storia mission protagonisti il percorso G.S.Ferramenta cicloamatori
Diario di viaggio

77 tappa - Jiaguguan - Zhangye

Km:245; media oraria: 33 km/h
Dislivello in salita: 650 m
Tempo di percorrenza: ore 8,05

Il nostro programma prevedeva il pernottamento nella cittadina di Jiuquan a una ventina di chilometri da Jiayuguan. Con nostra sorpresa, invece, la guida ci fa fermare in un hotel proprio a Jiayuguan, poco lontano dalla Grande Muraglia. Probabilmente un disguido dovuto alla somiglianza dei due toponimi e della loro pronuncia cinese. Sulla Via della Seta non c’è davvero proprio nulla di scontato. Tranne la matematica.
Venti chilometri in meno ieri significano infatti venti chilometri in più oggi e la tappa odierna si prennuncia quindi come la più lunga in assoluto della ciclo maratona. La affrontiamo al buio con qualche trepidazione. Venti chilometri ed eccoci ad attraversare il centro Jiuquan, la nostra presunta meta di ieri, dove iniziamo a percorrere il cuore del corridoio del Gansu o di Exi, la via obbligata fra la Cina e il lontano Ovest, stretta fra le ultime dune del deserto dei Gobi a nord e la catena del Qilian Shan a sud. La strada ci porta verso quest’ultima dai cui ghiacciai scendono fiumi che alimentano una quasi ininterrotta catena di oasi. Il deserto, che comunque sempre ci circonda, sembra lontano e percorriamo decine di chilometri all’ombra e al fresco dei filari di pioppi piantati a protezione di vaste estensioni di campi coltivati a frumento, granoturco, ortaggi. La strada scorrevole, l’assenza di vento e un allenamento ormai collaudato ci permettono così di raggiungere senza problemi, con solo aiuto di qualche bibita fresca e di frutta,la nostra meta di oggi.
E’ la cittadina di Zhangye il cui monumento di maggior rilievo è il Tempio del Grande Buddha risalente all’XI secolo. Al suo interno giace il più grande Buddha Paninirvana (il Buddha dormiente) della Cina: una impressionante statua in legno dorato e argilla lunga ben 35 metri. Anche noi come i fedeli buddhisti accendiamo un cero visto che la tappa di domani si preannuncia impegnativa come quella di oggi. In fondo chiediamo soltanto, almeno per una volta, del vento favorevole.

Foto:

_ pedalando fra piantagioni di peperoni. gioia della saporita cucina cinese, ma tormento per brianzoli non abituati al piccante.

_ Lutto per Gianni.

Diario di Viaggio by Giancarlo Corbellini

<<back
 
 
Statistiche web e counter web